Prenota ora la tua vacanza

Arrivo

Partenza

Camere

Adulti

Bambini

L’estrazione dell’Acqua Termale

Come avviene l’estrazione dell’Acqua dal Bacino Termale Euganeo, il bacino termale più grande d’Europa, e come giunge nelle nostre piscine termali e nelle nostre fangaie, dove si svolge l’importante maturazione del fango termale e lo sviluppo dei cianobatteri?

 

La formazione geologica dei Colli Euganei data da masse solide laviche, caratterizzate da faglie nel terreno dovute all’attività vulcanica avvenuta sul territorio milioni di anni fa, funge da diga impermeabile per le acque che giungono nel sottosuolo dalle Prealpi Vicentine. Questa “diga” naturale raccoglie le acque in un bacino nel sottosuolo dei Colli Euganei, dove anticamente affiorava in superficie senza ulteriori interventi.
Oggi, le strutture termali del bacino euganeo utilizzano dei pozzi per raccogliere l’acqua termale. Questi normalmente entrano nella roccia fino ad una profondità di circa 500 metri e, attraverso una pompa elettrica, portano l’acqua agli stabilimenti termali.

 

Quando arrivano in superficie, la temperatura media delle acque del Bacino Termale Euganeo arricchitesi di sali minerali, è di circa 75°. Prima di essere quindi utilizzate nelle piscine termali, l’acqua estratta viene raffreddata.

 

Le modalità e le quantità di prelievo dell’acqua termale sono regolamentate da delle normative regionali che si assicurano che l’estrazione venga fatta nel pieno rispetto delle leggi e per il solo scopo di cura.


Privacy Policy
Cookie Policy
//